Italian Version English Version
SCOPRIRE LA CONOSCENZA DI DIO CON UN LINGUAGGIO SEMPLICE
 



V° PARTE

I PRIMI EVANGELIZZATORI

 
 
V.1.0 LA TESTIMONIANZA E LA MISSIONE
 
V.1.1 La testimonianza della comunità ecclesiale
 
Nell’epoca post-moderna in cui dominano il relativismo e la secolarizzazione, i singoli cristiani, le comunità e le istituzioni ecclesiali sono chiamati a testimoniare il Vangelo, aiutando ciascuno a ritrovare la propria identità e impegnandosi per una società nuova fondata sui principi evangelici che s’ispirano all’amore di Dio e del prossimo. Nel momento attuale in cui si parla frequentemente di evangelizzazione, in rapporto al fenomeno di progressiva indifferenza e abbandono della pratica religioso-cristiana, è opportuno per il cristiano ritrovare le radici storico-teologiche originarie dei Vangeli per un rinnovato impegno nell’educazione cristiana, che dovrà essere rivolto nell’ambito della scuola, dell’università, dell’ambiente di lavoro, della famiglia e soprattutto dei giovani. “Particolarmente oggi – in un mondo frammentato e diviso, bombardato dalle tentazioni della provvisorietà – in un mondo dove le lotte, le discordie, le lacerazioni conculcano gravemente la dignità dell’uomo e la bellezza che caratterizzano l’essere umano – è necessario dischiudere nuovi spazi alla comunicazione del Vangelo, realizzando una evangelizzazione autentica che riesca a raggiungere l’uomo nel suo vissuto” (S.E. Antonio Staglianò –Vescovo di Noto)
Il cristiano, chiamato ad annunciare la salvezza ai fratelli, è portatore del dono di Dio e non può limitarsi a goderlo o viverlo da solo, né può sottrarsi al dovere supremo di “far luce” anche agli altri perché, in forza della sua testimonianza, egli dia gloria al Padre. È questa una delle prime dimensioni missionarie del cristiano e il punto di partenza che si dirama dai Vangeli.
 
 
Articolo letto 1175 volte --- Stampa la pagina

Giudica il testo: Interessante facile nella lettura comprensibile non di facile lettura inadeguato privo di interesse

| VOLUME 2 |